X
26

Scontrino elettronico: l'Agenzia delle entrate conferma il rinvio al 2021 e chiarisce alcuni aspetti sui registratori telematici.

Pubblicato il
Scontrino elettronico: l'Agenzia delle entrate conferma il rinvio al 2021 e chiarisce alcuni aspetti sui registratori telematici.

Non troppo tempo fa avevano annunciato come il termine del 1° luglio 2020 per passare ai registratori telematici e alla trasmissione dei corrispettivi giornalieri è stato spostato al prossimo anno. Una scelta per non complicare la vita degli esercenti che già hanno dovuto affrontare i disagi del lockdown che ha causato un blocco delle attività. Questo ha inevitabilmente fatto slittare anche l'entrata in vigore della lotteria degli scontrini, che è legata proprio ai registratori telematici e all'emissione di scontrini elettronici

L'Agenzia delle Entrate ha ribadito il ritardo e aggiornato il suo sito con nuovi documenti che spiegano in maniera dettagliata cosa devono fare gli esercenti. 

L'Agenzia Informa: nuova documentazione sui corrispettivi telematici e lo scontrino elettronico

Le nostre istituzioni non sempre sono un esempio di efficienza e semplicità, ma in questa occasione c'è da dire che l'Agenzia delle Entrate ha cercato di essere il più chiara e trasparente possibile, preparando un vademecum intitolato L'emergenza coronavirus e i corrispettivi telematici, dove spiega in maniera chiara e comprensibile a tutti le procedure corrette da seguire a seconda che siano già dotati o meno di registratore telematico

Una guida ben fatta, con esempi pratici e anche i link a tutti i documenti ufficiali relativi alla questione. L'Agenzia ha anche aggiornato documenti già presenti, in particolare quelli sulla Memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi e sulla Lotteria degli scontrini

Permane l'obbligo di trasmettere i corrispettivi giornalieri

Sebbene le aziende possano rimandare al prossimo l'adozione dello scontrino elettronico e del registratore telematico, rimane l'obbligo di inviare quotidianamente i corrispettivi all'Agenzia delle Entrate entro la fine del mese successivo alle operazioni di vendita. Vale la pena di sottolineare che i corrispettivi possono essere inviati automaticamente tramite registratore telematico o manualmente seguendo la procedura web Documento Commerciale on line, disponibile sul portale Fatture e corrispettivi del sito web dell’Agenzia delle Entrate.

Il bonus per i registratori telematici è valido per tutto il 2020

Gli esercenti che ancora non si sono dotati di registratore telematico non devono temere di perdere il bonus che verrà riconosciuto agli esercenti per adattare i loro sistemi: il credito di imposta del 50% sul costo del nuovo dispositivo (per un massimo di 250 euro) è riconosciuto per tutti gli acquisti effettuati nel 2020. Il bonus è valido anche per l'adattamento di registratori esistenti e anche in questo caso vale il 50%, anche se il massimo rimborsabile è di soli 50 euro.

Fonte: Alberto Falchi per Edge9.hwupgrade.it

| Categoria: Innovazione, Leggi e Decreti, Tecnologia, Società | Tags: scontrino elettronico, registratori telematici | Visite: (137)
categorie

 

 

Archivio ultimi 12 mesi

 

 

Tags popolari